Perchè partecipare ad una vacanza studio?

 

Conoscere nuovi amici, entrare in contatto per la prima volta con una cultura diversa dalla propria, visitare posti incredibili e imparare una nuova lingua per avere successo a scuola e nel mondo del lavoro.

Partire per una vacanza studio all’estero è una delle esperienze che tutti dovrebbero fare almeno una volta nella vita, unendo l’utile al dilettevole. Si tratta, infatti, di una occasione unica per studiare e allo stesso tempo per divertirsi insieme a nuovi amici.

Ma di motivi per fare le valigie e mettersi in viaggio ce ne sono tanti.

1. Imparare la “vera” lingua 

Tra i motivi per cui conviene fare una vacanza studio all’estero c’è di certo la possibilità di imparare la lingua del posto in maniera efficace e corretta. In questo modo, facendo una full immersion 24 ore al giorno e senza interruzione, non solo in aula ma anche durante le attività ricreative e le escursioni con momenti di conversazione informale, si può migliorare la propria pronuncia, abituarsi all’ascolto dei diversi accenti e imparare tantissimi vocaboli.

2. Conoscere nuovi amici e nuove culture

Trascorrere del tempo lontano da casa e a contatto con altri studenti provenienti da diversi paesi del mondo è una occasione unica per scoprire e conoscere culture lontane e diverse dalla propria, oltre a quella della città in cui si decide di andare.

3. Visitare città incredibili

Non solo studio. Questa formula di vacanza permette anche di visitare alcune delle città più famose del mondo. Nel tempo libero fuori dall’aula si può approfittare per passeggiare per le vie del centro, visitare le bellezze tipiche del posto, i musei, le piazze e fare gite fuori porta durante il weekend. Insomma, chi ama viaggiare troverà grande soddisfazione.

4. Conoscere sé stessi e i propri limiti

Per molti studenti la vacanza studio è un’occasione per trascorrere del tempo al di fuori della propria confort zone. Anche se all’inizio qualcuno si sentirà perso, in breve tempo imparerà ad avere maggiore fiducia in sé stesso. Dovendo gestirsi in autonomia, ci si potrà mettere in discussone e comprendere i propri punti di forza e debolezza, così da tornare a casa più maturi e consapevoli delle proprie capacità.

1 Commento. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu